Facebook verrà distrutto il 5 novembre

E’ quanto ha annunciato il portavoce del gruppo di Hacker Anonymous che ha deciso di sferrare un’attacco simbolo al re dei social network ovvero Facebook. La domanda ricorrente è: Come faranno a distruggere un colosso del genere se la sua infrastruttura tecnologica sembra inaccessibile e assolutamente ben protetta?

La tecnica DDOS non sembra possa dare effetti di distruzione ma solo di disturbo come renderlo inaccessibile per un tempo più o meno lungo ma non nelle condizioni di distruggerlo. Allora si potrebbe pensare ad una nuova tecnica di attacco oppure lo sniffing o il phishing di informazioni sensibili ad alti livelli per ottenere password ed altre informazioni utili per entrare dentro la piattaforma e distruggerla con un attacco fisico interno alla piattaforma. L’attenzione credo debba ricadere su un nuovo metodo di attacco perchè il gruppo chiede l’aiuto e il sostegno alla gente, quindi potrebbe essere un attacco sferrato dall’interno stesso del social network?

La cosa certa è che Facebook è ritenuto altamente pericoloso per la vita sociale poichè sembra che effettivamente venda ai vari governi informazioni sensibili e varie statistiche ottenendo cospicui pagamenti. Sembra anche che usando la sincronizzazione immagini con l’iPhone anzichè limitarsi alle sole immagini copi direttamente tutta la rubrica contatti.

Altra cosa certa è che allo stato attuale gli annunci fatti dal gruppo di hacker non sono mai rimasti tali per cui lo stesso Facebook non ha preso sicuramente sotto gamba questa sfida.

Si perchè di sfida si tratta non di attacco!! Vedremo cosa succederà.

Il video originale (tratto da Youtube)

httpv://www.youtube.com/watch?v=fXrHjMuSuIM

Il video in italiano (tratto da Youtube)

httpv://www.youtube.com/watch?v=ktbWbyJMLy8

Il testo in lingua originale del videoannuncio (tratto da Mashable)

 

Attention citizens of the world,

We wish to get your attention, hoping you heed the warnings as follows:
Your medium of communication you all so dearly adore will be destroyed. If you are a willing hacktivist or a guy who just wants to protect the freedom of information then join the cause and kill facebook for the sake of your own privacy.

Facebook has been selling information to government agencies and giving clandestine access to information security firms so that they can spy on people from all around the world. Some of these so-called whitehat infosec firms are working for authoritarian governments, such as those of Egypt and Syria.

Everything you do on Facebook stays on Facebook regardless of your “privacy” settings, and deleting your account is impossible, even if you “delete” your account, all your personal info stays on Facebook and can be recovered at any time. Changing the privacy settings to make your Facebook account more “private” is also a delusion. Facebook knows more about you than your family.

http://www.physorg.com/news170614271.html
http://itgrunts.com/2010/10/07/facebook-steals-numbers-and-data-from-your-iphone/

You cannot hide from the reality in which you, the people of the internet, live in. Facebook is the opposite of the Antisec cause. You are not safe from them nor from any government. One day you will look back on this and realise what we have done here is right, you will thank the rulers of the internet, we are not harming you but saving you.

The riots are underway. It is not a battle over the future of privacy and publicity. It is a battle for choice and informed consent. It’s unfolding because people are being raped, tickled, molested, and confused into doing things where they don’t understand the consequences. Facebook keeps saying that it gives users choices, but that is completely false. It gives users the illusion of and hides the details away from them “for their own good” while they then make millions off of you. When a service is “free,” it really means they’re making money off of you and your information.

Think for a while and prepare for a day that will go down in history. November 5 2011, #opfacebook . Engaged.

This is our world now. We exist without nationality, without religious bias. We have the right to not be surveilled, not be stalked, and not be used for profit. We have the right to not live as slaves.

We are anonymous
We are legion
We do not forgive
We do not forget
Expect us


 

iPhone o BlackBerry?

Questa settimana mi ha incuriosito un argomento che in rete è abbastanza dibattuto e precisamente una domanda in particolare:

Sono un tipo da BlackBerry o da iPhone?

E’ una bella domanda ed ho cercato di dare una personalissima risposta che potrebbe essere in controtendenza rispetto a illustri pareri in rete.

Quando si visita un negozio di telefonia mobile ci si imbatte in diversi dispositivi che a prima vista sembrano tutti fare al nostro caso ma appena cominciamo a leggere le caratteristiche di ognuno cominciamo a selezionarli. Voglio uno smartphone o voglio un telefono normale? Voglio un palmare o uno smartphone? Purtroppo noto sempre più spesso che la scelta viene dettata dalle mode correnti senza valutare bene in base all’uso che se ne deve fare. Ho trovato anche abbastanza paradossale l’uso dell’iPhone tra i ragazzi di scuola media che erano felici nel mostrare il loro “giocattolo” fondamentalmente inutile per loro nonchè anche costoso sia come dispositivo che come eventuali canoni di noleggio.

Io se dovessi scegliere tra i due dispositivi sceglierei in base ad un criterio semplice fondato sulla “scenografia” degli effetti di movimento e basta. Ambedue le tipologie offrono degli apps store online dove trovi qualsiasi applicazione da usare per diversi usi ma che osservandoli bene non mancano di far notare all’utente più esperto di come sia profonda la differenza.

Obiettivo di iPhone è diffondersi ed essere un dispositivo per tutti sia per lo svago sia per il lavoro ma fondamentalmente puntando alla scenicità del sistema operativo. BlackBerry invece ha l’obiettivo di imporsi principalmente come strumento di lavoro puntando magari meno alla scenicità di iPhone ma molto sulla sostanza degli strumenti messi a disposizione del’utente per un uso professionale.

Miei personalissimi pareri…

Microsoft Skype è realtà

Ne hanno parlato i telegiornali di tutto il mondo dell’acquisto di Skype da parte di Microsoft superando le offerte di Facebook e google.

Ad essere sincero credo che il famoso detto “tra i due litiganti, il terzo gode…” sia molto in linea con ciò che accaduto in questi giorni. Microsoft entra così nel mondo della telefonia web e da oggi in poi svilupperà sicuramente più protocolli che andranno ad arricchirei propri prodotti. Un esempio può essere un Windows Phone 7 perfettamente integrato nel web senza bisogno di applicazioni di terze parti. Ma possiamo dircelo in fondo che il vero obiettivo è creare qualcosa di più potente e accattivante di FaceTime della Apple.

Nei prossimi mesi ne vedremo delle belle nel frattempo vediamo cosa si inventeranno i due ex-pretendenti per aprire una nuova sfida.

 

Google acquisisce Motorola

Google ha acquisito, per 12,5 bilioni di dollari, Motorola Mobility. La fusione trai due colossi, oltre che essere un’impresa finanziaria colossale, è avvenuta di comune accordo e in questo modo sia Motorola che Google vanno a vantaggio reciproco poichè ambedue in settori diversi sono leader indiscussi. Google lascerà Motorola sempre come attività di business separata entrando a pieno titolo nei dispositivi mobili che vanno ad integrarsi perfettamente con tutti i servizi web offerti da esso stesso. Il risultato sarà proprio di massimo apprezzamento per gli utenti perchè non dimentichiamo che Google è proprietario della piattaforma Android che è stata appositamente creata per i dispositivi mobili.

Ne vedremo delle belle è assicurato!

TS8800, gps con tv integrata.

Qualche giorno fa ho girato diversi negozi in cerca di un navigatore gps non molto costoso. Ne ho visti diversi tutti ottimi strumenti ma la mia attenzione è stata attirata da uno in particolare che ha stimolato molto la mia curiosità. Si tratta di navigatore gps con tv digitale integrata prodotto in Italia dalla italianissima TeleSystem ed il prodotto in questione è il TS88OO.

Dapprima non nascondo di essere stato un po scettico sulla cosa ma appena l’ho provato nella mia auto ho visto immediatamente che si trattava di un prodotto da non sottovalutare. Le mappe sono aggiornatissime e la navigazione è pulita semplice e in stile 3d tanto che se si è in città e si passa innanzi ad un monumento storico, il navigatore nepropone una foto in 3d. Inoltre la mappa degli autovelox, la ricerca di ristoranti e negozi mi hanno proprio confermato che si tratta di un ottimo strumento ad un costo più o meno di 110 euro. Infine da non sottovalutare è la tv con digitale terrestre integrato, da guardare però quando si è in sosta o si è in attesa in una piazzola di sosta!!!  Mi raccomando!!!