VirtualBox

Virtualbox o VMWare Workstation?

virtual-LogoDie Frage stellt sich, wenn Sie die virtuelle Maschine im lokalen Netzwerk zwischen Host und Gast-Host verwenden müssen, oder wenn Sie auf die aktiven Dienste in der Gastcomputer verbinden. Nun offenbar, um zwischen dem Forum zu lesen und mit meiner lokalen Installation Erfahrungen sammeln, VirtualBox schafft einige Probleme während VMWare Workstation auf dem ersten Versuch hat mir erlaubt, zu http dem Gast Maschine reibungslos und NAT-Konfiguration zu verbinden.

Mein Ziel praktisch war ein voller LAMP-Server auf einem Ubuntu Server-Distribution installieren 14.04 64Bit, und verbinden Sie mit dem Browser auf meinem PC auf http (Ubuntu 16.04 (64 Bit) , die es fand auf natürliche Weise mit VMWare Workstation.

An dieser Stelle frage ich mich, über eine Sache, VirtualBox ist ein Fehler? ein Versehen? Ein Problem, Ihr Linux? Es scheint, dass nicht gut gehen, selbst wenn in einem Windows-Netzwerk.

 

Vbox Kernel-Modul fehlt

A volte può succedere che aggiornando il kernel di linux ad una versione più recente, smettano di funzionare alcune applicazioni che lo usano direttamente come ad esempio Virtualbox. In questo caso l’errore più comune è “Vbox Kernel-Modul fehlt” e si verifica quando si avvia una VM a causa dell’impossibilità di emulare il kernel.

Cosa fare?

Nulla di più che reinstallare Virtualbox incluso la extension pack relativa alla stessa versione.

Reinstalliamo Virtualbox scaricando i pacchetti direttamente dal sito e non dal repository della propria distribuzione. Questo perchè in genere i pacchetti del repository possono essere di qualche versione minore rispetto a quella disponibile sul sito del produttore.

 

Procediamo installando la versione 4.1.20 per linux

  1. Scarichiamo il pacchetto relativo alla nostra piattaforma 32/64 bit e distribuzione Ubuntu, Fedora, Debian, etc...;
  2. Scarichiamo la Extension Pack, che offre supporto ai dispositivi USB ed altre migliorie varie;
  3. Apriamo il pacchetto Virtualbox con il nostro gestore pacchetti ed installiamolo;
  4. Adesso lanciamo il pacchetto Extension Pack, Wir werden VirtualBox öffnen und klicken Sie auf Installa per completare il tutto.

 

 

 

 

 

 

Come ovviare al problema di accesso a cartelle condivise da un guest linux con Virtualbox

 

Su un sistema guest linux virtualizzato mit Virtualbox, le cartelle condivise dal sistema host vengono montate automaticamente all’avvio della macchina virtuale su

 

/media/sf_(nome_cartella_condivisa)

 

Spesso risultano inaccessibili per insufficienza dei diritti richiesti dall’host per l’accesso. La motivazione del negato accesso è dovuta al fatto che l’utente autenticato sulla macchina virtuale non appartiene al gruppo vboxsf che viene creato quando vengono installate, sulla macchina virtualizzata, le Gasterweiterungen di virtualbox.

Quindi per assegnare i diritti di accesso alla cartella condivisa nel sistema host dobbiamo digitare il seguente comando su una finestra terminale nel sistema guest (quello virtualizzato):

 

 sudo /usr/sbin/usermod -G vboxsf nome_utente_linux

 

Tengo a precisare, per i meno esperti, che il sistema host è il pc fisico nel quale è installato Virtualbox mentre il guest è la macchina virtuale che viene eseguita da virtualbox.

 

Inoltre l’esempio adottato per questo articolo è costituito da una macchina virtuale Ubuntu (potrebbe anche essere una sua derivata…) eseguita su Virtualbox.

VirtualBox nicht Ihre Linux booten

VirtualBoxIn der Regel, wenn Sie VirtualBox auf jedem Betriebssystem installiert werden unterstützt, ordnungsgemäß starten ohne Nachteile. Allerdings könnte es passieren, dass in Linux, nach dem System-Upgrades vorgeschlagen, nicht mehr startet Virtualbox. Ciò è dovuto all’aggiornamento del kernel linux ad una nuova versione e quindi c’è la necessità che venga lanciata la ricompilazione di Virtualbox per allinearsi alla versione del kernel appena aggiornata.

Per fare ciò basta aprire una finestra di terminale e digitare i seguenti comandi:

sudo /etc/init.d/vboxdrv setup

Possiamo adesso rilanciare Virtualbox e partirà senza problemi.

Tengo a precisare che in molte distribuzioni linux è lo stesso Virtualbox ad informare l’utente che è necessario procedere alla ricompilazione, idem come avviene per VMware Player.

Provare Windows 8 senza formattare il tuo pc

La Microsoft è al lavoro per il rilascio ufficiale del nuovo sistema operativo Windows- 8. Man mano che i lavori procedono, vengono rilasciate e versioni beta o di valutazione così chiamate che sono di libero utilizzo fino alla uscita ufficiale della versione definitiva del nuovo sistema operativo prevista nei primi mesi del 2012.

Se vuoi provarla senza formattare il tuo pc puoi farlo tranquillamente installandola in modalità virtuale sul tuo attuale pc utilizzando un ambiente di virtualizzazione. In pratica ti serve installare Oracle VirtualBox (o simili come MS VirtualPC, VmWare Player) und scaricare la distribuzione Windows 8 attualmente rilasciata sul sito ufficiale di Windows- 8 Italia.

Dopo aver installato Oracle VirtualBox, basta creare una nuova macchina virtuale ed avviarla. Appena avviata, basterà selezionare il file di Windows 8 scaricato e partirà l’installazione come se fosse realmente un pc autonomo. Tutto avverrà in modalità virtuale senza minimamente inficiare l’installazione del sistema operativo in uso.

La stessa identica cosa può essere anche fatta su sistemi linux poichè a differenza di MS VirtualPC gli altri due sistemi di virtualizzaizone pc esistono in versione linux.

Viel Spaß.

DKMS und Probleme bei der Installation der Gasterweiterungen von VirtualBox auf Ubuntu und

VirtualBoxDurante la fase di installazione delle Guest Additions di Virtualbox su un sistema linux basato su Ubuntu ci si può ritrovare in errori di installazione che non ci permettono di completare l’installazione nel modo corretto.

In genere possono presentarsi due tipi di problemi:

  1. Assenza degli headers del kernel in uso;
  2. Assenza del pachetto DKMS (gcc ecc…).

Quindi stando attenti al tipo di segnalazione che riceviamo in caso di installazione fallita possiamo comportarci di conseguenza.

Procediamo con l’installare quanto necessario in questo modo:

Avviamo una sessione di terminale e digitiamo:

sudo apt-get install build-essential linux-headers-`uname -r` dkms

Fatto questo basta rilanciare l’installazione delle Guest Additions e completare…