Pubblicità sui blog? No grazie… da fastidio… e imbratta…

adwordadsensePremessa:

Se ti sei fatto un blog vuol dire che non vendi prodotti o servizi… perchè invece di pensare totalmente a cosa scriverci dentro pensi solo a “sfruttare” i tuoi utenti pensando che attraverso di loro diventi ricco? Boh… intanto il tuo blog è diventato una sorta di bacheca appiccicosa piena di avvisi appesi a delle puntine come se ne vedono milioni. Ma allora dove dobbiamo andare per leggere un blog pulito senza pubblicità nel bel mezzo dell’articolo che lo imbratta? Sulla Luna? Su Marte? Nel frattempo tu aspetti il tuo miraggio di ricchezza proveniente dalla pubblicità sul tuo sito… e sei li a controllare e ricontrollare quanti soldi stai guadagnando con i banner… ma… nel frattempo ci stai pensando a cosa dovevi metterci sul tuo blog? Non credo, sei troppo preso dalla ricchezza, devi diventare milionario col tuo blog… allora ti invito a prendere in considerazione l’idea di crearti un’azienda se vuoi produrre qualcosa, venderla e guadagnarci senza perdere tempo con un semplice blog!

Rientro in me:

Ti sei mai chiesto perchè le inserzioni pubblicitarie ti assalgono sempre più mentre navighi sui siti web o semplicemente mentre fai ricerche su Google? Oppure c’è stata almeno una volta in cui ti sei detto “è basta co sta cavolo di pubblicità ovunque…” ?

Bene, comincio col dire che la pubblicità è l’anima del commercio purchè rimanga tale senza oltrepassare il limite oltre il quale diventa fastidioso disturbo alla quiete pubblica!  Esempio classico di questa “minaccia” è il sistema pubblicitario di Google formato da due parti:

  • AdWords, rivolto a chi vuole pubblicizzare un prodotto o servizio;
  • AdSense, rivolto a chi cerca o non cerca un prodotto o servizio ovvero tutti i navigatori della rete;
  • A tutto questo si aggiungono i milioni di bloggers che ospitano i messaggi pubblicitari di AdSense, provenienti da AdWords, pensando di diventare ricchi coi click che quei banner ricevono.

Conosco il web abbastanza bene ma a volte non sopporto la pubblicità massiva presente in alcuni siti che con ciò che pubblicizzano non c’entrano nulla. La maggior parte dei siti web è parte di circuiti pubblicitari ghettizzati su scala globale che li utilizzano come avanposto pubblicitario visualizzando banner e messaggi pubblicitari di prodotti e servizi vari. Questi siti vengono remunerati con qualche centesimo di euro dai promotori in base ai click effettuati dai visitatori sui banner esposti e questo basta per creare una visione di ricchezza facile da raggiungere al più presto.

Per certi versi riflettendo un po è come se una persona creasse il proprio sito ad uso e consumo di altri facendo passare in secondo piano la vera ragione che ha caratterizzato la nascita del proprio sito. Basta guardare i milioni di blog per capire che la pubblicità è davvero inopportuna in moltissimi di questi casi arrivando anche ad offuscare la vera identità del blog.

Questa è una delle ragioni per le quali nei miei siti web non trovi nessun banner pubblicitario di nessun prodotto di nessuna catena pubblicitaria.

Vero motivo valido è mantenere i miei siti web per pura passione allo scopo di condividere le mie esperienze liberamente senza pensare di poter diventare ricco “ghettizzando” il mio blog totalmente conformato a logiche commerciali inutili che non sono state pensate per farmi guadagnare ma per fare guadagnare altri.

Ritorniamo ai blog puliti… e finiamola di pensare a diventare ricchi…

Potrebbero interessarti anche: