The nx service is not available or the nx access was disabled

The nx service is not available or the nx access was disabled, è un messaggio di errore generato dal server NX (NoMachine o FreeNX) che evidenzia l’impossibilità di avviare la sessione di amministrazione remota del server linux. In questo caso le operazioni da fare sono diverse in base alla situazione in cui ci si trova:

  • Il sistema NX è stato installato ma ancora non è stato utilizzato occore verificare la corretta installazione ed attivazione;
  • Il sistema NX è stato installato ed utilizzato senza problemi;

In ambedue i casi è possibile che la chiave di collegamento del client non coincida con quella installata sul server NX quindi occorre riallinearle semplicemente reinserendola sul client NX con questi semplici passaggi.

  1. Accedere alla sessione SSH sul server linux;
  2. Eseguire questo comando: cat /var/lib/nxserver/home/.ssh/client.id_dsa.key
  3. Copiare la chiave generata sulla finestra ssh
  4. Incollare sulla sezione CONFIGURE->KEY la chiave appena copiata dalla finestra ssh
  5. Verificare che l’utente di connessione sia quello corretto e riprovare la connessione.

Buon lavoro

Rilasciato CentOS 6 LE

Centos ha appena rilasciato la versione 6 del suo sistema operativo enterprise linux. Migliorate le prestazioni già molto potenti di suo è basato su Enterprise Linux 6 Redhat. Io stesso lo uso sulla server farm e devo dire che si migliora di giorno in giorno.

Alcuni motivi semplici che spingono le aziende a usare Centos sui loro server sono sicuramente:

  1. Potenza suprema di elaborazione, specialmente per la versione 64 bit;
  2. Affidabilità del sistema poichè è quasi impensabile che vada in crash;
  3. Impatto economico sul bilancio aziendale poichè Centos è open source;

 

Mint la distribuzione Linux elegante

Linux ormai è un sistema operativo di tutto rispetto giunto ad un livello di aggiornamento e affidabilità da non invidiare nessun altro sistema operativo. Quindi Basta!! pensare che sia un sistema operativo di nicchia che per essere usato richiede una preparazione scientifica. Esistono diverse distribuzioni in rete, basta citare Debian, Ubuntu, Centos e molti altri che ormai hanno un livello di semplicità nella installazione incluso il suo aggiornamento che non richiedono nessuna esperienza tecnica per poterlo fare.

Negli ultimi tempi ci sono delle distrubuzioni nate da quelle citate prima che sono ancora più semplici e che sono fornitissime di tanto software gratuito da fare invidia ai sistemi a pagamento tradizionali. Una delle distribuzioni più quotate del momento è  Linux Mint, un derivato della Ubuntu e Debian molto potenziato, abbellito, reso molto più elegante e fornitissimo di driver multimediali.

Linux Mint è assolutamente da avere, dentro ci trovi tutto dai sistemi di programmazione ai software d’ufficio non per ultimi OpenOffice e LibreOffice oppure a tanti giochi, programmi di posta come Evolution e decisamente molto altro.

Se nel tuo pc hai già Windows, puoi installare Linux Mint e in fase di avvio del pc potrai scegliere quale avviare tra i due e la cosa sicura è che i due sistemi conviveranno senza alcun problema sullo stesso pc.

Di Linux Mint ne esistono diverse distribuzioni ma con diversi ambienti grafici ne cito alcuni, la versione LXDE, KDE, GNOME sono tutte uguali tranne che per l’interfaccia grafica, io personalmente uso la GNOME che trovo molto più originale e graziosa delle altre non per ultimo credo sia la più professionale.

Prova linux…