Facciamo accedere utenti Linux da Windows con NX

Voglio far notare che questo scenario è abbastanza frequente se parliamo di ambienti lavorativi in quanto moltissimi server aziendali si basano su piattaforme LINUX a differenza di molte workstation che invece si basano su Windows.

Per risolvere questo tipo di problema si ricorre all’uso di client NX compatibili con Windows ed uno di questi in particolare è NX Client for Windows.

 

Installiamolo (su windows ovviamente perchè il server è linux)!

 

 

 

  1. Scarichiamo il pacchetto di installazione da Nomachine.com
  2. Avviamo l’installazione cliccando due volte sul file scaricato;

 

Diamo un nome alla sessione ed inseriamo l’indirizzo IP del server linux nel quale abbiamo installato FreeNX.

 

 

Impostiamo il tipo di ambiente grafico su GNOME o su altro se è installato sul server linux.

 

 

Completiamo i passaggi ed inseriamo utente e password per essere autenticati su LINUX e clicchiamo Login.

 

 

 

Il risultato sarà l’apertura di una finestra windows con all’interno la nostra distro linux.

The nx service is not available or the nx access was disabled

The nx service is not available or the nx access was disabled, è un messaggio di errore generato dal server NX (NoMachine o FreeNX) che evidenzia l’impossibilità di avviare la sessione di amministrazione remota del server linux. In questo caso le operazioni da fare sono diverse in base alla situazione in cui ci si trova:

  • Il sistema NX è stato installato ma ancora non è stato utilizzato occore verificare la corretta installazione ed attivazione;
  • Il sistema NX è stato installato ed utilizzato senza problemi;

In ambedue i casi è possibile che la chiave di collegamento del client non coincida con quella installata sul server NX quindi occorre riallinearle semplicemente reinserendola sul client NX con questi semplici passaggi.

  1. Accedere alla sessione SSH sul server linux;
  2. Eseguire questo comando: cat /var/lib/nxserver/home/.ssh/client.id_dsa.key
  3. Copiare la chiave generata sulla finestra ssh
  4. Incollare sulla sezione CONFIGURE->KEY la chiave appena copiata dalla finestra ssh
  5. Verificare che l’utente di connessione sia quello corretto e riprovare la connessione.

Buon lavoro

REMMINA, il tuttofare per il desktop remoto

Remmina è quanto di più recente client linux disponibile per collegarsi a desktop remoti di vari sistemi operativi tra cui Windows Terminal Server, NX, XDMCP, VNC ed anche accedere a server SSH e SFTP.

Siamo in presenza quindi di un unico software client per molteplici connessioni contemporanee navigabili con un sistema a schede in un’unica finestra linux.

A mio avviso Remmina rappresenta la vera soluzione linux alla connessione dei desktop remoti in assoluto.