Cose da non fare con una email gratuita

noemaildaySi sa il web offre moltissimi servizi a costo zero per l’utente finale e uno di questi è in assoluto il servizio di posta elettronica ovvero la casella di posta elettronica personale. Chi naviga il web o usa uno smartphone ne possiede una anche se non sa di averla, ad esempio alcune persone acquistano uno smartphone, completano la fase di inizializzazione e ricevono un indirizzo di posta elettronica, se non ne sono già in possesso, in base al tipo di sistema operativo mobile che stanno usando.

Continue reading Cose da non fare con una email gratuita

Un segugio ti cerca.

Quanti di noi mentre pubblichiamo le nostre belle foto su album elettronici abilmente creati con gli strumenti deliziosi di Fcebook, ci si impiega a gestire la privacy di accesso a quelle foto? Ognuno di noi ha la scelta e la piena gestione della propria provacy rispetto agli accessi indesiderati di utenti sconosciuti.

Riflettiamo un attimo ponendoci una domanda, la seguente: Ma sono sicuro che le foto e i dati del mio profilo li può vedere esattamente chi dico io?

La risposta è ASSOLUTAMENTE NO!! e non c’è regola che può arginare questo pericolo poichè sta proprio al team di Facebook annullare questa possibilità inserendo dei controllo effettivi sulle applicazioni che possono essere accettate. In questo modo Facebook sarebbe un posto più sicuro e non esisterebbe, o quasi, la possibilità che 28.000 utenti di fb potrebbero avere in mano un’applicazione lesiva della propria privacy chiamata SEEGUGIO. Questa applicazione permette a tutti gli utenti di cercare e vedere le foto di qualsiasi utente che sia un ontatto o NO che abbia bloccato qualcuno o NO.

Facebook ha cercato di arginare questo pericolo mettendo dei controlli ma l’applicazione ne ha generate altre che funzionano meglio ma soprattutto che ancora esistono su Facebook e sono di pubblico dominio.

Ti starai chiedendo come cercarla? Digita sulla tua barra di ricerca il termine SEEGUGIO, ti compariranno le due omonime applicazioni (Seegugio, Purple Seegugio), non so se augurarti  buon divertimento oppure non usarla ma del resto intorno a quell’applicazione c’è così tanta gente che uno in più o in meno non cambia le cose.

A voi le dovute e personalissime riflessioni…

Ehi tu! Sai per caso dove si trova la tua privacy?

privacycardHo l’impressione che la privacy sia diventata un concetto astratto non applicabile alla realtà e la legge sulla sua tutela è qualcosa che può essere superata senza problemi.

Facciamo degli esempi?

  • Il GPS del tuo telefonino, conosce sempre dove ti trovi;
  • Il sistema di tracciamento di Google quando cerchi qualcosa sa esattamente cosa vuoi;
  • I tuoi dati personali quando chiedi servizi a istituzioni o altro vengono ceduti ad altri;
  • I tuoi dati sul social network famoso vengono venduti e tu stesso li hai autorizzati a farlo.

Mi chiedo se serva una legge che tuteli la mia privacy come quella che abbiamo quando per ogni cosa che devo fare o richiedere mi si chiede il consenso al trattamento dei dati. Posso capire che una legge serva a tutelare ma penso che quando tutto sia diventato una firma da apporre in qualcosa per autorizzarne l’uso allora quella stessa firma diventa così scontata che la metti sempre e comunque. In questo caso è come se quella legge non esistesse e di fatti accade che nella realtà i tuoi dati sono usati e tracciati e tu stesso hai dato il consenso perchè se non lo concedevi non potevi usare nulla… serve una legge sulla privacy???

Riflessione preserale…

aTube Catcher contiene malware…?

aTube Catcher un noto programma per scaricare video dalla rete da siti come youtube e simili, ha allertato il mio antivirus durante l’installazione in quanto sono stati rilevati dei malware. Non mi era mai capitato di avere una segnalazione di malware durante l’installazione di un software simile per cui ho voluto dar retta al mio antivirus evitando di installarlo.

Che contenga veramente un malware al suo interno come dalla segnalazione durante l’installazione? Beh non vorrei provarlo anche perchè come sappiamo il malware non è detto che arrechi danno al sistema ma è potenzialmente pericoloso per la privacy infatti una delle attività più gettonate è il furto di credenziali di accesso nonchè una vera minaccia per la propria privacy.

Nel dubbio ho installato altro…

Misura la tua privacy su Facebook

Esiste un metodo semplice per verificare la propria esposizione riguardo alla protezione della privacy sul nostro account di Facebook e si chiama Profile Watch.

I metodi per la verifica sono due ed ambedue semplici:

  1. Visita Profile Watch e accedi al tuo account FB cliccando sul pulsante di FB;
  2. Accedi al tuo profilo di FB cliccando sulla voce Profilo in alto, copia l’indirizzo del tuo profilo e visita Profile Watch ed incolla il link appena copiato sul campo Facebook Profile URL. Adesso clicca sul pulsante Check Profile.

Dopo aver fatto diverse verifiche, Profile Watch ti mostrerà l’indice o punteggio della tua privacy su FB dandoti pure dei consigli su cosa fare per aumentarlo.