Un articolo come tanti…

noiagattoE’ un articolo che descrive la confusione che aleggia nei miei pensieri pensando al mondo open source quando leggo articoli di vario livello che ne rappresentano vari aspetti. Capita di mettere a confronto la bontà di una applicazione con la volontà di usarla che ha un determinato soggetto. Qui crollano i ponti ideali posati sui pilastri di buoni propositi perchè pochissime persone si trovano disposte ad imparare poichè è più semplice “comprare” un servizio che lo faccia al loro posto.

Ci si rende conto di quanto superficiale sia il ragionamento che porta a “spendere soldoni” per avere software che “persone disponibili al prossimo” realizzano senza chiedere soldi. E’ più semplice spendere immediatamente centinaia di euro e seguire una moda che non spendere nulla ed impare come si usa ciò che si può avere liberamente senza costi di acquisto.

Libreoffice, Linux, Apache, Tomcat, Java, Lazarus, Freepascal, Netbeans, WordPress ecc.. ecc… migliaia sono i software liberi… pochissime le persone che ne comprendono il significato…

Ci si parla troppo per il calcio, molto per la politica e poco nulla per ciò che si deve imparare perchè non si è disposti a farlo a meno che il bisogno non uccida la superficiale noia…